I FOSSILI GUIDA

Questo post è disponibile anche in: Inglese

FossiliI fossili guida sono usati per la datazione relativa delle rocce.

Si tratta di resti di organismi che soddisfano precisi requisiti:

  • una ampia distribuzione geografica;
  • una relativa ampia abbondanza di popolazioni e quindi facilmente rinvenibili nelle rocce sedimentate nel periodo della loro esistenza;
  • hanno avuto un’evoluzione rapida: hanno quindi una durata temporale molto limitata e permettono di raggiungere un’elevata precisione nella datazione.

 Tra i fossili guida più conosciuti vi sono:

  • Per il Paleozoico (542-251 milioni di anni fa): Trilobiti, Graptoliti, Ammoniti primitivi (Ammonoidei) e microfossili (Conodonti e Fusulinidi).
  • Per il Mesozoico (251 – 65,5 milioni di anni fa): Ammoniti (Ceratitidi e Ammonitidi, come ad esempio Arietites) ed altri fossili microscopici (per es. Foraminiferi bentonici e planctonici per la datazione all’interno del Cretaceo, Tintinnidi).
  • Per il Cenozoico (65,5 milioni di anni fa – fino ad oggi): microfossili, soprattutto foraminiferi planctonici e bentonici (nummuliti) e nanofossili

 Fotografia: Drotops sp., trilobite del Devoniano medio.

 

Commenti chiusi