NELL’ OCCHIO DI UN INSETTO

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Occhio
Negli Insetti gli occhi sono di due tipi: occhio semplice od ocelli ed occhio composto o faccettati. Tipicamente i due tipi coesistono, ma l’uno, l’altro o entrambi possono mancare. Gli ocelli si distinguono in ocelli dorsali e ocelli laterali. I primi normalmente coesistono con gli occhi composti e sono in numero di tre disposti a triangolo. Gli ocelli laterali in numero variabile, sono i soli presenti nelle larve degli Insetti olometaboli. Gli occhi composti sono sempre laterali e sono formati da numerose unità ottiche, o ommatidi, a ciascuna delle quali corrisponde una lente e una retina. Ogni ommatidio è isolato dai vicini tramite collari pigmentati e la luce passa direttamente alle fibre nervose alla base. Soltanto i raggi che arrivano perpendicolarmente alle lenti possono raggiungere i nervi, così ogni ommatidio ha un campo visivo molto limitato. L’immagine del mondo esterno viene percepita così come un mosaico di punti e, pur non avendo una buona definizione, funziona benissimo per la percezione del movimento.

Fotografia: occhio di una mosca domestica (Musca domestica, Linnaeus 1758)

Commenti chiusi